domenica 10 dicembre 2017

VIII giornata - Iscrizioni



Gli aspiranti membri della Ringhioleague in fila per un posto nella prossima partita.


Accorrete numerosi!!


  1.  Izzo
  2.  Sapo
  3.  Manacorda
  4.  
  5.  
  6.  
  7.  
  8.  
  9.  
  10.  
  11.  
  12.  
  13.  
  14.  
  15.  
  16.  
  17.  
  18.  
  19.  
  20.  
  21.  
  22.  

venerdì 8 dicembre 2017

VII GIORNATA: BIANCHI-BLU 5-1 (Malara, Mancini 2, Leone 2, Granito)


La squadra dei blu a fine partita.



Dopo una settimana di polemiche, arbitraggi, VAR, giudice sportivo, attacchi mediatici e complotti contro la presidenza, finalmente si gioca alla Romulea il mercoledì sera. Serata fredda e umida ma senza pioggia, terreno in ottime condizioni. I bianchi si presentano capitanati dal condottiero Ominostanco ormai capitano da diverse giornate, mentre i blu esordiscono guidati dal novello Logica che spera (invano) di confermare il nome che il destino gli ha consegnato.

Si gioca per la seconda volta consecutiva a 11, stavolta su un campo ancora più largo e quindi gli anni di mancato allenamento e panze piene si vedono tutti, dal primo secondo. Dopo un primo momento di studio - dieci minuti in cui cerchiamo di capire che posizione occupiamo in campo e perché uno dei blu abbia una maglia sull'azzurrino chiaro chiaro - i biachi cominciano a far intravedere un po' di gioco e zac, uno-due con percussioni centrali e prima Eros Malara poi Stefano Mancini non danno scampo al malcapitato portiere blu. I blu, di canto loro, ci mettono la voglia ma nonostante alcune individualità pimpanti ma a corrente alternata (Chiaps, Mana, Renzi, Lovisatti ringhiano ma fanno poco) soffrono la cocciutaggine dei bianchi rappresentata soprattutto da un Rocchi in stato di grazia dietro, Genovese confondibile per autorevolezza con una delle statue sui Fori Imperiali e Pipitone dotato di teletrasporto a contrastare su ogni pallone e a impostare nuove azioni per i bianchi. Per ricambiare cotanto impegno, mentre i blu si apprestavano ad andare al riposo sotto solo di due goal, un cross abbastanza pellegrino viene smanacciato dal portiere blu e, tra l'incredulità dei presenti e dei passanti, mandato in rete da un Leone buttatosi al centro dell'area in vena di attività ricreative.
Si torna dagli spogliatoi ma la musica non cambia, almeno fino al 3-1 firmato Granito, bravo a fiondarsi nell'area su calcio piazzato spiazzando il portiere Graziosi. Ma è un fuoco di paglia: mentre i blu si affannano per riaprire la partita e sciupando alcune ghiotte occasioni, vengono puniti in contropiede di nuovo dalla micidiale coppia d'attacco Leone-Mancini, supportata stavolta anche da un Malara cha fa girare la palla nonostante sia continuo bersaglio dei tacchetti avversari. Capitano Mentre Capitan Logica va sotto la doccia pensando al pagamento del bollettino del prossimo corso per capitani, Ominostanco torna a casa gongolando per la prestazione dei suoi assortiti con maestria ed equilibrio in una serata non facile, e si gode la prima minifuga del campionato. Grazie a un arbitraggio silenzioso e attento si torna a casa con un numero di polemiche tutto sommato accettabile. 
MOM bianco: Mancini. Mom blu: Artibani


Blu

Logica (c) 5: nello sforzo contemplativo di far girare la squadra si vede poco in mezzo al campo. Più per meno fa meno.
Granus 6: dirige la difesa con ordine e suona la carica con il goal. Pesano delle responsabilità sui goal presi.
Cotapo 5,5: pesano  un po' di colpe sul terzo goal, al di là di questo tenta troppo poco lo sfondamento sulla fascia come si converrebbe.
Dario 6: alla prima alla Ringhioleague gioca con calma e serietà dove altri perdono la pazienza.
Manacorda 5,5: ci fosse un inserimento che fosse andato a buon fine. Uno.
Artibani 5,5: alterna buoni interventi difensivi a momenti di distrazione che purtroppo costano un po' di goal nel tabellino.
Emanuele 5: perde un po' della verve della scorsa partita. Pesa l'occasione divorata nel secondo tempo. Il ragazzo si rifarà.
Chiappetta 6: lotta a centrocampo ma è molto isolato.
Ongaro 5,5: fa il suo dove deve, ma non è ancora abbastanza
Renzi 5,5: tiene il pressing dei blu alto fino alla fine del secondo tempo, ma è un ingranaggio che gira a vuoto in una squadra troppo disconnessa.
Lovisatti 6: poco assistito dalle ali, lotta su tanti palloni ma manca sempre la zampata finale.


Bianchi



Omino (c) 6,5: dirige la squadra con personalità e divide i compiti in maniera ottimale. In difesa insieme a Rocchi mette una linea quasi invalicabile.
Rocchi 7: qui non si passa. Qui neanche. Qui invece neppure.

Pierpaolo 7: ah regà io non ho capito chi era Pierpaolo e chi era Antonello ho solo capito che ci hanno fatto a strisce
Graziosi 6,5: con dedizione e accortezza contiene i blu e si dimostra anche esperto nelle diagonali difensive.
Matassoli 6,5: spinge a destra come al solito e costringe i blu a tenersi buoni e tranquilli.
Pipitone 7: organizza la squadra dalla sua trequarti in su, scongiurando i pericoli fin da quando in possesso palla. Sempre lucido.
Genovese 7,5: spunta come il protagonista di un film horror in mezzo al campo quando pensate di esservi liberati dalla marcatura.
Mancini 7,5: una spina nel fianco della difesa blu: due goal e progressioni che gettano il panico.
Antonello 7: vedi Pierpaolo
Leone 7: partito in sordina aumenta sempre più e si fa trovare quando serve. Sotto porta smentisce la sua fama di novello Fabio Junior
Malara 7: avete mai provato a levargliela quando è davanti? Trova un gran goal con un destro a giro

Ps: uno bravo co sto blog mette un font e un a dimensione del carattere decente? Grazie

mercoledì 6 dicembre 2017

VII GIORNATA - LE SQUADRE

BLUE TEAM

Logica (c)
Granus
Cotapo
Dario
Manacorda
Artibani
Emanuele
Chiappetta
Ongaro
Renzi
Lovisatti



WHITE TEAM

Omino (c)
Rocchi
Pierpaolo
Graziosi
Matassoli
Pipitone
Genovese
Mancini
Antonello
Leone
Malara

domenica 3 dicembre 2017

VII Giornata - Iscrizioni


Accorrete numerosi!!

IMPORTANTE

Si gioca alle 21 al campo della Romulea, via Farsalo 21 (zona San Giovanni)
  1.  Chiaps
  2.  Lovisatti
  3.  Mancini
  4.  Pipit 
  5.  Ongaro 
  6.  Granus
  7.  Leone
  8.  Matassoli
  9.  Graziosi
  10.  Renzi
  11.  Genovese
  12.  Cotapo
  13.  Antonello (amico Mancini)
  14.  Artibani (arfi)
  15.  Ominostanco (c)
  16.  Rocchi
  17.  Manacorda
  18. Logica (c)
  19. Emanuele (amico Mancini)
  20. Pierpaolo (amico Mancini)
  21. Malara
  22. Dario (amico Mancini)

venerdì 1 dicembre 2017

VI GIORNATA: BIANCHI-BLU 3-6 (Leonori 3, Renzi, Saponaro, Pasquet RIG, Maisti, Lovisatti, Leone)




Partita eroica quella della sesta giornata della nostra amata ringhiolega.

Ancora di fronte i capitani Omino e Graziosi, si è giocato sul campo ad 11 della Libertas centocelle. Inspiegabile la spropositata affluenza di adesioni malgrado un tempo infame, indubbiamente dovuta ad una ormai diffusa sindrome autolesionista dei nostri mitici ringhi.

Nemmeno si comincia e Maisti (portiere bianco) incappa subito in un erroraccio non bloccando un innocuo cross dalla sinistra e regalando al sempre più devastante leonori il gol dell’immediato vantaggio blu. Gli uomini di omino vincono il match in mediana dove i più fisici sapo, genovese e logica riescono a tenere meglio il pallino dei più tecnci chiappetta, pipitone e maisti (o eros), mentre dietro rocchi meglio di omino e davanti lovisatti vince il confronto serale con malara.

Il due a zero arriva puntuale con un rigore (nettissimo) per fallo di mano di betti in scivolata a togliere il pallone dalla rete dopo un brutto liscio di granito. Dal dischetto si presenta l’esordiente Pasquet che spiazza graziosi. I bianchi rialzano la testa ed accorcianocon Renzi, ma sono ancora i blu a segnare, chiudendo il primo tempo sul 3-1.

Nella ripresa partono bene i graziosini, ma sono ancora gli ominidi a trovare il 4-1.

La partita continua su questa falsa riga ed arrivano il 4-2 di maisti (bel tiro da fuori), il 5-2 blu, il 5-3 di Leone (bel pallonetto sul portiere in uscita dopo un intelligente velo di malara) ed il definitivo 6-3 che chiude la partita. Marcatori blu Leonori (altri due), Sapo e Lovisatti.

Da segnalare un secondo cartellino a betti per trattenuta da ultimo uomo su lovisatti lanciato a rete. Ora il presidente (come da art.8 del regolamento postato qui sotto a sinistra) dovrà decidere se penalizzare il giocatore fino ad un massimo di tre punti o lasciargli la scelta di saltare un turno senza penalizzazione.

Dopo questa vittoria vola l’omino (15 punti) che alla prossima se la vedrà con la grande rivelazione di questo campionato, quel tommaso leonori (13 punti, al pari di logica) che è stato il mattatore della gara di mercoledì, con tre gol all’attivo, una prestazione sontuosa ed anche un recupero difensivo alla disperata che nemmeno cannavaro…

In bocca al lupo!



                                                      
Mom: Leonori - Maisti

PAGELLE

Blu
Omino (c) 6: sufficienza più per la fine strategia da capitano che per la prestazione in campo, di grande sofferenza malgrado l’ampia vittoria dei suoi. OPACO
Lovisatti 7 : gol, grinta, corsa e alcune giocate davvero pregevoli. Si è rivisto a tratti anche il bestemmiatore psicosomatico, ma solo per un attimo. BOMBER
Saponaro 7.5: Un metronomo lì in mezzo. Tanta legna e tanto fosforo al servizio dei compagni. SONTUOSO
Logica 7 : Sbaglia pochissimo. Fa cose semplici ma sempre efficaci. GEOMETRA
Leonori 9 : tripletta, interventi deifensivi spettacolari, scava un solco profondo sulla fascia di competenza e sulla classifica del campionato. Da neo capitano è ora chiamato alla prova del nove. MONSTRE
Manacorda 6.5 : attento e preciso in fase difensiva, meno lucido del solito in quella pallalpiede. Comunque bravo. STANTUFFO
Rocchi 7 : Stavolta gioca per due, coprendo anche omino sulla fascia. Sbaglia poco o nulla ed è incolpevole sui gol presi. COLONNA
Genovese 7: Giocasse sempre con questa continuità, lucidità e sostanza non ce ne sarebbe più per nessuno. GIGANTE
Pasquet 7 : All’esordio coi ringhio , regala una partita di cuore e ragione, condita anche dal gol. FUOCHI D’ARTIFICIO
Terracciano 6.5: Non appariscente ma solido e costante sulla fascia difensiva di competenza. Si vede poco davanti, ma non è stato necessario. PRECISO
Serafini 6.5: Si temeva che il campo grande lo mettesse in difficoltà, ma lui supera ampiamente la prova con senso della posizione e intelligenza. SICURO

Bianchi
Graziosi (c) 5 : Sceglie una buona squadra ma le condizioni atmosferiche non lo premiano. Si defila come capitano e stavolta non riesce ad incidere in campo. DELUSO
Betti 5 : Soprattutto per i cartellini ed i sei gol presi. Per il resto gli si può rimproverare davvero poco. DEFERITO
Pipitone 6.5: Primo tempo ottimo, nel secondo gli spazi si allargano e anche lui va in sofferenza. Comunque positivo contro una mediana avversaria davvero tosta. PAGELLARO ORMAI UN PO' SCOJONATO
Chiappetta 6.5: anche lui non è favorito dalle condizioni del campo, dà comunque il fritto e ci mette sempre … la faccia!  SACRIFICIO
Renzi 5.5: troppo confusionario, soffre la palude del Libertas. Ma deve fare di più, soprattutto nel giocare insieme alla squadra. SPUNTATO
Granito 5 : non me la sento di giudicarlo troppo severamente. Indubbiamente ieri aveva la testa da un'altra parte. Troppi errori per una roccia come lui. IRRICONOSCIBILE
Maisti 6.5: parte da voto 4, dopo il gol regalato in apertura. Piano piano si riprende e chiude in crescendo. Deve ancora trovare le giuste misure senza la palla, ma col pallone fra i piedi ha ottimi numeri. SOSIA DI GRAZIANO CONVERSANO (co’ altri piedi)
Arfi 6: Bravo nell’impostazione, soffre nel difendere (come tutti i bianchi), ma dalle sue parti oppone una strenua resistenza. MARTIRE
Leone 6.5: deve giocare punta. Quando lo fa, trova la porta. Molto bello il suo pallonetto. AVVOLTOIO
Malara 6.5: Anche lui soffre il campo impraticabile, ma ci mette l’anima e tutta la qualità possibile in quelle condizioni. ANNACQUATO
Mancini 6: Tanta tanta corsa, qualche ottima giocata, molto cuore. Serve un po’ più di lucidità. GAZZELLA

sabato 25 novembre 2017

VI GIORNATA - ISCRIZIONI

(un simpatico striscione dedicato ai capitani)


Dopo i derby e la ciampsons, ritorna la ringhioleague!

Accorrete numerosi.


IMPORTANTE: CAMBIO CAMPO e ORARIO
Si gioca h 21:30 Campo LIBERTAS Centocelle - via dei Gerani 106

ISCRITTI

01. Jonathan Pipitone
02. Gavino Chiappetta
03. Rubin Lovisatti
04. Castro Manacorda
05. Arturo Granito
06. Gismondo Saponaro
07. Esculapio Logica
08. Nicodemo Maisti
09. Epaminonda Serafini
10. Egisto Vallicelli (c)
11. Incoronato Graziosi (c)
12. Primo Rocchi
13. Tirso Mancini
14. Malinconico Felice
15. Tiziano Renzi
16. Emanuele Pasquet (amico Mancini / terzino) de la Calle dos Santos
17. Ercole Malara
18. Pietro Paolo Betti
19. Giosuè Leonori
20. Annibale Genovese
21. Tebaldo Leone
22. Odoacre Arfi (amico Renzi / centrale)

23. Efisio Terracciano


mercoledì 15 novembre 2017

V GIORNATA: BLU-BIANCHI 4-4 (Lovisatti 3, Ongaro, Granito [R], Genovese, Malara, Manacorda)




Partita strana al VF nella quinta giornata della ringhiolega. Ancora di fronte i capitani omino e graziosi, la partita inizia subito con due colpi di scena: prima granito impazzisce e regala un incomprensibile assist per un icredulo lovisatti, che porta i bianch avanti per uno a zero, poi impazziscono le luci del campo che si spengono, lasciando i nostri eroi al freddo ed al buio per un quarto d'ora abbondante.
Alla ripresa del gioco, les blancs piazzano un terrificante uno-due con lovis, che salta l'ultimo difensore in scivolata e batte il portiere con freddezza, ed un big-ongaro che riesce a beffare il portiere, maldestra respinta fuori area, con un bell'interno destro. Tre a zero e partita chiusa.
Anzi no.
Qui gli uomini dell'omino gigioneggiano un po' e les blues accorciano su un rigore procurato e trasformato da granito, per poi arrivare al 3-3 grazie ai gol di genovese e dell'ottimo malara.
I lunatici però reagiscono con un gol frutto della combinazione dei due migliori in campo: pipitone, che inventa un grande assist verticale di interno sinistro, e lovisatti che taglia i profondità, resiste alla scivolata di betti (tagliato fori dal passaggio) e segna con un preciso tiro a giro sul primo palo: 4-3 e pallone portato a casa del  patavino!
Sembra italia-germania del '70 ma i blu non ci stanno e pareggiano ancora con manacorda che anticipa omino sull'assist di eros e si invola verso la porta avversaria, freddando il portiere in diagonale.
Alla fine pari giusto fra due ottimi capitani.

les blancs

Omino 6: stavolta non si piazza in mezzo ma a sinistra e non esprime tutto il suo potenziale. Salva molte situazioni ma soffre tanto gli inserimenti di manacorda. BROMO
Pipitone 7.5: sta crescendo. duetta con leonori sulla destra che è un piacere ed inventa un assist da urlo per il gol del 4-3. In mezzo: legna e ragione.. EINSTENIO
Maisti  6: All'esordio, ha ottime qualità ma fatica a trovare la giusta collocazione sul campo grande. Ampi margini di miglioramento. AZOTO
Leonori 7: Le parole per la quantità, la qualità e l'impegno di questo ragazzo si vanno esaurendo. Altra prova di grande sostanza. TUNGSTENO
Rocchi 5.5: Soffre stremendamente le imbucate centrali degli avversari, ma non è stata solo colpa sua. CRIPTO
Lovisatti 8: sta acquisendo una seraficità che solo un'imminente andropausa può procurare. Tripletta, mai una parola fuori posto, altre belle giocate. risponde alle recenti ironie con i fatti: una sola partita, capocannoniere. PALLADIO
Leone 5.5: Fatica da matti in un ruolo di esterno, non propriamente suo, e questo lo porta ad arrivare sotto porta con poca lucidità. Spreca un paio di occasioni importanti. RUTERFORDIO
Serafini 6.5: A dispetto della stazza, che lo penalizza in termini di velocità, dimostra un ottimo senso della posizione ed anche un buon piede. Buona la prima! RUBIDIO
Ongaro 6.5: mezzo punto in più per il bel gol. Per il resto fa di tutto, punta, ala e difensore, discretamente bene. CALIFORNIO


les bleus

Graziosi 6.5: quasi sempre in porta, para tutto il parabile. da capitano si conferma un buon stratega ed un ottimo motivatore. GALLIO
Betti 6: l'inizio è stato un incubo, per il resto la solita roccia (con qualche sofferenza in più del solito). BORO
Chiaps 4: Un giornalista che non trova dieci minuti per le pagelle ringhioz. STRONZIO
Logica 6.5: è l'unico ringhio che sa appoggiare il pallone all'indietro per il compagno che imposta. in cognome omen. FOSFORO
Granito 6: mezzo punto in meno per l'erroraccio, mezzo in più per il rigore procurato e segnato. un po' di sofferenza contro un leonori scatenato. MOLBIDENO
Manacorda 7.5: partitone. sù e giù per la fascia, difende, attacca e segna il definitivo pari di rabbia, corsa e tecnica. PROATTINIO
Malara 7: grande difesa della palla, bella tecnica ed ottima visione di gioco. E segna pure con continuità e qualità. HASSIO (di denari)
Genovese 6.5: si accende e si spegne. nel primo caso bel gol ed ottime giocate, nel secondo lunghe pause di riflessione. SELENIO
Felice 6: sulla falsa riga del selenio, ma senza il gol. LITIO


sabato 11 novembre 2017

V GIORNATA: LE ISCRIZIONI

Betti (portiere) e Sapo (accosciato alla sua sx.) in una formazione giovanile con Piola



MERCOLEDI' 15 NOVEMBRE -- CAMPO VILLA FLAMINIA

1. Lovisatti
2. Granito
3. Pipitone
4. Rocchi
5. Graziosi (c)
6. Ongaro
7. Chiaps
8. Genovese
9. Manacorda
10. Omino (c)
11. Felice
12. Leonori
13. Leone
14. Betti
15. Logica
16. Maisti Federico (buon centrocampista di sfondamento, in caso può giocare anche in difesa. 1,86 - 85 kg, non si tira indietro nei contrasti, buon tiro dalla distanza)
17. Serafini Alessio (robusto, un po' lento ma ottimo difensore. Un po' in sovrappeso, ma a dieta...)
18. Malara Eros

19.
20.      

mercoledì 8 novembre 2017

IV GIORNATA : BIANCHI - BLU 2-2 (Ongaro, Felice [R], Chiaps 2)

MERCOLEDI' AL CINEMA
 (di Lorenzo Ghezzi)


Bonasera a tutti e ben ritrovati alla rubbbbrica settimanale che io medesimo svorgo settimanalmento ogni settimana. 
Ieri sera sò annato ar cinema a vedè 'sto firm che se chiamava Guere Stelari "Rogone" e già nun ho capito che voleva dì  'r titolo. Cazzo è 'sto 'rogone'? 'n grosso rogo? Sarà 'n firm su Bruno Giordano?
Mah...
E 'nfatti era 'n firm de fantaiscienza in cui tutto va a foco: 'e navi spazziali, li pianeti 'nteri, perfino le spade e li proiettili de li fucili erino fatte de foco!
'Nsomma 'r firm comincia co 'st'esercito colle armature tutte bianche che domina l'universo intero in lungo e in largo co' 'sto strano Omino, che sembrava vecchio e stanco (ma nun lo era perchè c'aveva 'a forzzza dalla parte sua) che comannava le truppe e difenneva la nave madre co' altri due ai fianchi (Leo Nhor e Man a Kord), co' no stratega piccoletto a dirigere le operazioni che se chiamava Pih Pih Ton Kenobbbi, due incursori esterni (un membro der casato dei Saintlovers e uno che era sempre coll'espressione Felice stampata sur casco), più uno tutto cervello che curava la Logistica, un maestro jedi piccolo e tarchiato di nome Sem In Har e davanti 'n perticone cinese che tutti chiamano Ong Har Oh.
Dunque 'sti militari tutti bianchi per tutto 'r primo tempo der firm a li nemici je fanno 'r culaccio, dandoje du' corpi ar core con Ong Har Oh e quello co l'espressione Felice, che colpisce a colpo sicuro grazie all'intervento dar cielo   di un tipo co 'sta armatura  tutta nera che se chiama Darth Sapo, che ariva di gran cariera indicanno un dischetto volante, tutto bianco pure lui.
E poi 'sti militari bianchi poteveno distruggerli 'li nemici, ma 'n fondo so più bboni de quanto se poteva pensà e non sferreno 'r corpo de grazia.
Nell'intervallo so' 'nnato a fa' 'n bisognino e poi me so' riseduto 'n sala, che prima era piena zeppa e mo' vota come una cabina elettorale al referennum de Renzie, quello de eppideis.
Aricomincia 'sto seconno tempo e 'n c'ho più capito 'n cazzo.
St'esercito tutto bianco era sparito. E pure er dominio dell'universo nun c'era più. Anzi, nun c'era proprio più l'universo e 'e navi spazzziali. Mo' 'r firm se svorge tutto in mezzo ar mare, co' 'sto tipo (forse il capo dei nemici dell'esercito bianco de prima, nun ce 'o so) che se schianta coll'aereo ner mare e sopravvive su un isola deserta. E 'sto tipo sull'isola, molto Grazioso, se crea tutta 'na serie de amici immaginari, pe scaccià 'a solituddine.
C'era un pallone co 'na faccia disegnata sopra che lui chiama amorevolmente Warren Betty che je copre le spalle assiemne a uno dei tiroMancini (zampagnone, zambaccione...boh...) e un pupazzetto fatto de tera che lui chiama Teraccione. Sull'isola poi incontra uno de Genova, che si era perzo, uno tipo la mumma co' tutte le bende e un coso innnorme, 'nsomma Bendottato, ed un Leone molto solo.
Sto tipo sull'isola alla fine se sarva alla grande, grazie a due autentiche botte de chiappetta, e riesce a tornà a casa sano e sarvo dove scopre che la sua donna sta co' 'n artro e che lo hanno pure licenziato da lavoro. Ma lui è pieno di Grazia, perchè s'era messa brutta e 'nvece l'ha scampata.
In conclusione, 'r filme nun l'ho capito ma sicuramente m'è piaciuto de più de Hary Potte, la mitica quattrocchia che ce fa tanto divertì cor gufo de merda, la scopa che vola e se rigira, la magia bianca e la magia negra e de meno de Billi Elio, quello che voleva ballà ed era froscio.
Comunque c'è stata 'na progressione filmica interessante, in una stagione de campionato... francamente... deludente...


Pagelle

Blu

Graziosi 6.5: Si è trovato sull'isola deserta ma è riuscito ad annassene ed a cavarsela alla granne. Il casato dei Saintlovers je sta sur cazzo. Ormai è assodato. CAST AWAY
Betti 7: Se ner primo tempo cast away nun s'è depresso der tutto, gran merito è suo. Spacca tutti li meteoriti che je passano a tiro. ARMAGEDDON
Eros 6.5: La tecnica filmistica è de prim'ordine, come anche 'r montaggio. Da rivedere la sceneggiatura, che ha alti e bassi durante il film.IL SOLE ANCHE DI NOTTE
Mancini 6: ner primo tempo 'r firm un po'annoia. Ner secondo è pirotecnico. MAN IN BLACK
Chiaps 7.5: Senza le sue du'botte, 'r Grazioso stava ancora a magnà bacche secche sull'isola deserta, giocanno a tresette co Warren Betty. SONG'E NAPULE
Leone 5.5: La sceneggiatura è troppo piatta, nun cambia mai er ritmo. All'inizio può pure piacè, ma alla lunga nun lo vedi più. LA SOTTILE LINEA ROSSA
Genovese 6: Bello er montaggio, bella la regia. Un consiglio: la prossima volta meno lazzi e più frizzi. QUALCUNO VOLO' SUL NIDO DEL CUCULO
Terracciano 6: Fortunatamente nun piove. Sennò 'a tera poteva sciojerse. Invece tiene duro. E resiste. BASTARDI SENZA GLORIA
Bendotti 6.5: Sa diventare mumma o faraone. Nun è dote da tutti. Montaggio però da rivede' 'n attimino. FIGHT CLUB

Bianchi

Omino 7.5: E' il capo supremo perchè lui ha visto cose che voi umani.... BLADE RUNNER
Leonori 7: Alla grande forza abbina 'na qualità nun da tutti: sa aspettare. Come 'r Drugo. IL GRANDE LEBOWSKI
Logica 6.5: Lo vedrei bene come montatore in un filme frenetico. Invece l'hanno messo a curà 'a logggistica. Quella è robba da produzione. TRAINSPOTTING
Manacorda 6.5: Coprire le spalle al casato dei Saintlovers è, di per sè, motivo di stima. E de pazienza. DONNIE DARKO
Pipitone 7.5: Se ogni vorta che lo mettono da parte, l'esercito scaja, singifica che è uno 'mportante. E pure 'n po' freak. EASY RIDER
Lovisatti 6.5: E' 'n bravo ragazzo, ma bisogna 'sta attenti alle cattive compagnie. Perchè è uno imotivo. GIOVENTU BRUCIATA
Felice 6.5: Ner primo tempo il film è dirompente pe' ritmo e suspèns. Ner secondo se passa da Inception a Candy Candy. APOCALIPSE NOW
Seminara 6:  I consigli der vecchio Pork-Chop Express sono preziosi, speciarmente nelle serate buie e tempestose, quanno quarche maniaco arto due metri e mezzo e coll'occhio sanguigno vi artiglia il collo e vi pianta l'unica testa che avete contro la parete di un bar chiedendovi se avete pagato il conto... Voi fissate a vostra volta il primitivo negli occhi e ricordative quello che 'r vecchio Jack dice sempre in casi come questi. Domanda: "Jack hai pagato il conto?". "Sì ti ho spedito l'assegno per posta." GROSSO GUAIO A CHINATOWN
Ongaro 6.5: 'R perticone nun tradisce mai. PALOMBELLA ROSSA

Arbitro Sapo 10: Nun c'è discusione, è 'r mejo arbitro der monno. Ebbasta. TOP GUN

sabato 4 novembre 2017

IV GIORNATA - ISCRIZIONI

IV GIORNATA RINGHIOLEAGUE

Flavio Leone in un azione di gioco della terza giornata di campionato

ISCRITTI

  1. Logica
  2. Pipitone
  3. Leone
  4. Graziosi (c)
  5. Chiaps
  6. Lovisatti
  7. Betti 
  8. Ongaro 
  9. Ominostanco (c)
  10. Seminara
  11. Felice 
  12. Genovese 
  13. Manacorda
  14. Leonori 
  15. Eros
  16. Terracciano 
  17. Mancini (esterno di centrocampo)
  18. Bendotti (difensore)

mercoledì 25 ottobre 2017

III GIORNATA : BIANCHI - BLU 5-1 (Pipitone, Logica, Genovese, Eros 2, Manacorda)







 Avete presente quando si prenota in grande ristorante di pesce, convinti di cenare ad ostriche e champagne per poi scoprire (amaramente) che sei capitato in un posto cui zagaia je fa' 'na pippa?
Ecco, è un po' quello che è successo ai blu di capitan chiappetta ieri sera.
Tutti si aspettavano una vittoria del blu, dipinto di blu ed invece siamo qui a commentare un vero e proprio trionfo da parte delle calotte polari nei confronti delle correnti atlantiche.
Strepitoso il capitano ominostanco "akab" vallicelli che, a colpi iceberg disciolti nei mari, ha letteralmente fatto impazzire le correnti marine.
Dall'altra parte, infatti, alessando "moby dick" chiapetta non tiene fede alla combattività del personaggio ed affonda ai primi colpi di arpione.
Gli ampi spazi oceanici (si giocava in otto vs otto) favoriscono la manovra armoniosa degli animali polari che, manco fossero delfini in amore, si producono in una danza di passaggi corti ed uno-due che martellano la mediana blu cobalto.
Omino-Betti-Graziosi sono uno scoglio inamovibile su cui si infrangono le (rare) ondate blu, Leonori è uno e trino sulla fascia sinistra, mentre in mezzo pipit-geno e logica  sostengono Eros unica punta.
Dall' altra parte Rocchi soffre di solitudine nell'afforntare la punta avversaria, mentre granito e manacorda producono di più in fase offensiva che difensiva, la mediana soffre e flavio punge davvero poco.
Comincia Pipitone (che torna al gol nella lega dopo più di tre anni) su bell'assist di Logica, che poco prima aveva fallito un rigore (parato da ongaro) concesso dall'ottimo arbitro Saponaro.
Poi seguono Logica, due volte eros e genovese, portando i bianchi sul 5-0. Bellissimo il secondo gol personale della punta con un pregevole pallonetto su ongaro in uscita, al termine di una azione da manuale condita da un grande assist di genovese di esterno destro.
Il gol della bandiera blu lo segna manacorda con un preciso diagonale, dopo che graziosi aveva compiuto due autentiche prodezze fra i pali, su flavio e soprattutto lovisatti.
Finisce 5-1, terremoto in classifica.
Prossimi capitani: Omino e Graziosi. 
Scontro fra titani(c)....


MoM: Eros - Granito


PAGELLE

Calotte Polari

Omino (c) 7.5 : Geniale stratega in campo e fuori, si muove con eleganza e con forza. Non perde un colpo difensivamente e tatticamente, quasi avesse una visione panoramica della partita. ALBATRO REALE
Leonori 7.5: Come già detto: è uno e trino. Ora respinge in difesa, un attimo dopo eccolo lì ad attaccare la porta avversaria. LEPRE ARTICA
Graziosi 7: in campo è molto ordinato, in porta è insuperabile! Arriva dappertutto e sembra occupare la porta intera. ORSO BIANCO
Betti 7 : In mezzo è una roccia. Inamovibile e duro. Dalle sue parti non si passa perchè lui azzanna con ferocia qualunque preda gli passi a tiro. LUPO POLARE
Pipitone 7 : trova il gol dopo una vita e mette fosforo e sostanza davanti la difesa. PINGUINO IMPERATORE
Genovese 6.5 : molto condizionato da un problema fisico nella seconda metà di gara che ne limita la mobilità, fa comunque il suo, segnando anche un gol. LEONE MARINO
Logica 6.5 : Mezzo punto in meno per il rigore fallito sullo 0-0, per il resto begli assist e un'ottima partita in mezzo al campo. NARVALO
Eros 7.5: Due gol, punto di riferimento costante davanti, fa impazzire il diretto marcatore giocando molto con e per la squadra. Quando decide di colpire, non ha pietà, alternando la pazienza ai morsi. ORCA ASSASSINA

Abissi Oceanici

Chiaps (c) 5 : Stavolta non va. Non riesce a rimediare all' andamento della gara ed incappa in una delle sue prestazioni meno brillanti, con davvero poca consistenza. TOTANO
Lovisatti 6 : Di certo non brilla, ma nemmeno sfigura eccessivamente. Le migliori intuizioni sono le sue (vedi tiro a botta sicura o lancio millimentrico per mana) però si innervosisce troppo...  TORPEDINE
Manacorda 6 : sufficienza soprattutto per il gol. per il resto soffre da matti la seratona di leonori su quella fascia. comunque fra i più propositivi. DELFINO CURIOSO
Rocchi 5 : Serataccia contro eros. lasciato troppo solo, concede spazi invitanti agli avversari. Ma non è stata solo colpa sua. MERLUZZO
Granito 6 : Appare meno duro rispetto al solito. Tendente al gelatinoso. Comunque fa il suo. MEDUSA
Leone 5.5 : non incide, ben contenuto dal trio difensivo bianco. quando ci prova, trova "octopussy" graziosi a dirgli di no. SARAGO FASCIATO
Felice 6 : tanta quantità, ma troppa confusione. però non molla mai e questa è un'ottima dote. ANEMONE
Ongaro 6 . ne prende cinque ma senza troppe responsabilità. da segnalare una prodezza di piede sullo 0-0 e soprattutto il rigore parato. POLPO

Arbitro Sapo 7: dirige con autorità la gara, concede un rigore ed ammonisce granito. Solo per questo meriterebbe dieci. AMMIRAGLIO NELSON